Thursday, November 26, 2009

Piccoli razzisti crescono

Nella mia citta' natale sta facendo scalpore un gruppo di Facebook che richiede l'allontamento dei Rom. I commenti che si possono leggere su quel sito sono uno spaccato delirante dell'ignoranza e del razzismo latente ma crescente nella societa' italiana. Il gruppo ha sorpassato i 3600 iscritti, ovviamente non tutti spezzini, ma sempre troppi per una citta' di 90mila abitanti. Alcuni dei partecipanti a quel gruppo hanno persino indetto una manifestazione per il prossimo 4 Dicembre.

Colpisce come le persone che hanno aderito a questo gruppo lo abbiano fatto senza alcuna remora intellettuale come aderire al gruppo che propone l'aumento delle piste ciclabili in citta'. In aggiunta, molti di costoro non hanno nessun problema ad esprimere in pubblico commenti razzisti.

Sentimenti razzisti e discriminatori sono sempre esistiti nella societa'; erano solamente bloccati nella loro espressione dal controllo sociale. Oggi, grazie al messaggio dominante diffuso quotidianamente dai media, questo controllo sociale e' venuto meno e certi sentimenti sono liberi di venire alla superficie. Questa e' la piu' grande colpa del berlusconismo, il peso che ci porteremo dietro dopo la sua - auspichiamo imminente - scomparsa.

A quel punto pero' dovremmo affrontare seriamente il problema come non abbiamo fatto in 50 anni di repubblica pre berlusconiana: cambiare la cultura di base della societa' accioche' non ci siano piu' diversi, non ci siano discriminazioni, non ci siano paure. Questa e' una delle grandi sfide che sin da oggi dobbiamo affrontare. Altro che buona amministrazione emiliana!

No comments:

Post a Comment